Quorum edizioni | L’ingordo
Bari, ingordo
987
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-987,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-7.4,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.2,vc_responsive

L’ingordo

 L’ingordo racconta la fuga precipitosa di un personaggio senza nome che, una notte, commette l’irreparabile nella sua villetta al confine tra Francia e Italia. Trascurando i siti più turistici del Belpaese, in preda all’angoscia egli attraversa in auto quasi tutta la penisola fino a raggiungere Bari, dove entra in contatto con una realtà informe e pittoresca, popolata da personaggi stravaganti che lo iniziano ad esperienze inaudite. Quasi l’assetto urbanistico cartesiano del capoluogo pugliese non riuscisse a contenerne il caos congenito e la forza propulsiva. Quella città misteriosa, tuttavia, non solo si rivela incapace di placare i suoi bisogni esorbitanti, ma presto gli si svela per quello che è: l’immagine speculare, ma capovolta, del passato da cui è fuggito, un luogo della mente in cui si aggirano soltanto duplicati dei suoi fantasmi. Basterà il suo appetito insaziabile per le cose del mondo a restituire senso e incanto all’idea di un altrove